Osservatorio Economia Circolare

APPROFONDIMENTI

Una fonte inesauribile di approfondimenti e articoli scientifici sull’economia circolare.

impatto ambientale e-commerce negozi online
Approfondimenti

Come rendere gli e-commerce più sostenibili riducendo il loro impatto sull’ambiente

on
Marzo 22, 2022

Scopriamo insieme in che modo gli e-commerce hanno un impatto sull’ambiente e come renderli sostenibili nel 2022.

L’integrazione del concetto di sostenibilità ambientale nel tuo e-commerce può limitarne l’impatto ambientale con la riduzione dell’inquinamento atmosferico e dell’impiego di imballaggi. Allo stesso tempo, può aumentare la consapevolezza del tuo marchio tra i consumatori, sempre più sensibili alle tematiche green.

Continua a leggere per scoprire quali sono le principali conseguenze della diffusione degli e-commerce, quali sono le soluzioni adottate dalle aziende più famose al mondo e in che modo puoi rendere il tuo negozio online più sostenibile.

E-commerce online: il problema degli imballaggi e le soluzioni delle aziende

In base al rapporto “Sustainability Annual Trends” dell’agenzia SustainAbility, gli e-commerce hanno registrato una crescita esponenziale negli ultimi anni, che li porta oggi ad avere un impatto ambientale senza precedenti.

Il problema più grosso sarebbe rappresentato dall’uso spropositato di imballaggi. Scatole di cartone, involucri di plastica, protezioni di polistirolo e tutti gli altri rifiuti prodotti dagli e-commerce devono essere smaltiti in qualche modo e c’è già chi ha pensato a delle soluzioni sostenibili come gli eco-imballaggi.

La tendenza degli ultimi anni mostra che molti rivenditori hanno già dato un restyling ecologico ai loro prodotti. Alcuni, ad esempio, producono mobili e accessori per la casa realizzati con pallet in legno, carta, cartone o sughero.

In termini di rispetto per l’ambiente, vari negozi online stanno facendo del concetto di business sostenibile la propria filosofia aziendale.

Uno di questi è TOMS, un marchio che vende i suoi prodotti usufruendo esclusivamente di packaging composto per l’80% da materiale di scarto riciclato e stampato con inchiostro di soia.

Infine, sono nate anche imprese che aiutano i rivenditori a passare all’utilizzo di imballaggi sostenibili per i loro prodotti. Una di queste è Packhelp, che ha lanciato un’iniziativa che consente alle aziende di reperire materiali di imballaggio sostenibili ed ecologici.

Queste imprese sono l’esempio di come ogni e-commerce può compiere scelte rispettose per l’ambiente, che accelerino la sua transizione verso l’economia circolare.

Continua a leggere per scoprire 3 modi per rendere un e-commerce più sostenibile.

3 modi per rendere un e-commerce più sostenibile

Sono sempre più numerosi gli e-commerce che stanno transitando verso la sostenibilità con i processi di vendita e di consegna dei loro prodotti. La strada verso un’economia interamente circolare è ancora lunga, ma è doveroso compierla per il rispetto dell’ambiente e dei consumatori.

Scopriamo insieme quali sono le pratiche adottate dagli e-commerce che stanno rendendo sempre più sostenibili gli acquisti online.

1. Opzioni di spedizione rispettose dell’ambiente

In base a uno studio pubblicato su Umweltbundesamt.de, l’ 86% dei tedeschi, se potesse scegliere, preferirebbe ricevere i prodotti acquistati online con una spedizione ecologica.

Moltissimi e-commerce stanno sposando questa filosofia, proponendo opzioni di spedizione talvolta più costose, ma nella maggior parte dei casi più rispettose dell’ambiente. DHL GoGreen, ad esempio, offre opzioni di consegna atte a limitare l’impatto ambientale con la riduzione delle emissioni e dei rifiuti.

2. Evitare gli sprechi di imballaggio

Molti e-commerce stanno già utilizzando materiali sostenibili e riciclabili come imballaggio e stanno anche ottimizzando la gestione dei rifiuti. L’implementazione di imballaggi sostenibili, però, richiede alcune ricerche. Ogni e-commerce deve scoprire quale design di packaging può rappresentare al meglio il proprio marchio.

Un esempio potrebbe essere quello di Sheyn, azienda produttrice di gioielli che spedisce in confezioni composte per l’80% da materiale riciclato.

3. Gestione consegne e resi

La produzione eccessiva di imballaggi non è l’unica complicazione provocata dagli e-commerce. Ha un grande impatto sull’ambiente anche l’inquinamento dei mezzi di trasporto con cui vengono effettuate le consegne. Una soluzione potrebbe essere quella di appoggiarsi a reti di negozi, a cui verrebbero reindirizzati i pacchi per evitare i ripetuti tentativi di consegna.

Di fondamentale importanza è anche la gestione dei resi, che si ridurrebbero se gli e-commerce migliorassero la comunicazione con i consumatori. I colori dei prodotti, ad esempio, potrebbero essere tradotti in un linguaggio chiaramente comprensibile, così come le le taglie che dovrebbero essere più dettagliate.

Fabio Iraldo impatto ambientale e-commerce negozi online

Come comunicare le scelte sostenibili dei negozi online

Alcune imprese temono che i consumatori le reputino autocelebrative e tendenti al greenwashing se parlano apertamente delle loro scelte sostenibili. In realtà, in base alla ricerca riportata da EcoCart, circa nove consumatori su dieci apprezzano la comunicazione onesta del rivenditore online in merito alle offerte sostenibili.

Ogni e-commerce dovrebbe esprimersi chiaramente riguardo al tema e affidarsi a reti di partner e a servizi che operino nel merito della medesima filosofia. Molte volte, infatti, ai consumatori non vengono forniti gli strumenti adeguati per compiere le loro scelte.

Per la maggior parte non è sufficiente che sia presente di un logo che rimandi alla sostenibilità per considerare un’impresa rispettosa dell’ambiente. Ogni e-commerce, quindi, dovrebbe evitare di fornire esclusivamente informazione di base, ma piuttosto approfondire aspetti rilevanti come i dettagli sulle opzioni di spedizione e i progetti climatici.

Un altro criterio di valutazione sono i certificati e i sigilli di qualità, che vengono assegnati alle imprese che volontariamente rispettano specifiche normative vincolanti e che possono così migliorare la propria reputazione sia internamente che esternamente. Inoltre, le normative contribuiscono a rendere le complesse catene del valore nei mercati globalizzati più trasparenti e quindi più responsabili.

Essenzialmente, esistono due tipi di certificati e di sigilli: i sistemi di gestione e le etichette dei prodotti. I sistemi di gestione regolano i processi di creazione di valore e di impegno in un percorso continuo di miglioramento, mentre le etichette segnalano le caratteristiche di un determinato prodotto e fungono da segnale per i clienti per il controllo della qualità.

 

In sintesi, possiamo affermare che gli studi confermino che la sostenibilità ambientale e gli e-commerce sono compatibili. L’implementazione di misure sostenibili nei negozi online è fondamentale e rappresenta una grande opportunità di crescita. Ora hai la possibilità di utilizzare i dati che ti abbiamo fornito per implementare una strategia sostenibile nel tuo negozio online.

Fonte: The rise of Sustainable E-Commerce di Byrd

Ti è piaciuto l’articolo? Continua a seguire il nostro Osservatorio Economia Circolare per non perderti nessuna novità sulla circular economy, sulla sostenibilità e sulle storie di successo delle imprese italiane! Ci trovi anche su Facebook e su Linkedin, ti aspettiamo!

TAGS

LEAVE A COMMENT