Osservatorio Economia Circolare

APPROFONDIMENTI

Una fonte inesauribile di approfondimenti e articoli scientifici sull’economia circolare.

bandi imprese sostenibilità innovazione 2022
Approfondimenti

3 bandi per le imprese nel 2022: contributi per innovazione e sostenibilità

on
Marzo 31, 2022

Ecco 3 bandi che nel 2022 potranno agevolare l’innovazione, la sostenibilità e la transizione verso l’economia circolare della tua impresa.

Presto in scadenza 3 bandi previsti per supportare le imprese che puntano al futuro. I contributi parlano il linguaggio dello sviluppo sostenibile e incentivano le startup e le PMI italiane ad allontanarsi da modelli di business stantii. L’obiettivo è quello di invogliarle a migliorare i loro prodotti, i processi e i servizi esistenti con particolare attenzione verso il green.

Continua a leggere e scopri i 3 bandi attualmente attivi.

Bando 1

Accordi per l’innovazione, il bando 2022 per le imprese interessate alla ricerca industriale e allo sviluppo sperimentale

Il seguente bando denominato “Accordi per l’innovazione” si rivolge alle aziende italiane che desiderano ricevere contributi per finanziare progetti di ricerca industriali e relativi allo sviluppo sperimentale. Le domande potranno essere presentate online a partire dalle ore 10.00 dell’11 maggio 2022.

A chi si rivolge

Il bando si rivolge alle imprese di qualsiasi dimensione, con almeno due bilanci approvati, appartenenti ai settori industriali, agroindustriali, artigiani, ai servizi all’industria e all’attività di ricerca.

Tutti i progetti di ricerca e di sviluppo devono:

  • prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a 5 milioni di euro;
  • avere una durata non superiore a 36 mesi;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda.

Cosa finanzia

Il bando finanzia tutti quei progetti correlati all’attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale che abbiano come obiettivo la realizzazione o il miglioramento di prodotti, processi o servizi.

Le aree di intervento sono le seguenti:

  • Tecnologie di fabbricazione;
  • Tecnologie digitali fondamentali, comprese le tecnologie quantistiche;
  • Tecnologie abilitanti emergenti;
  • Materiali avanzati;
  • Intelligenza artificiale e robotica;
  • Industrie circolari;
  • Industria pulita a basse emissioni di carbonio;
  • Malattie rare e non trasmissibili;
  • Impianti industriali nella transizione energetica;
  • Competitività industriale nel settore dei trasporti;
  • Mobilità e trasporti puliti, sicuri e accessibili;
  • Mobilità intelligente;
  • Stoccaggio dell’energia;
  • Sistemi alimentari;
  • Sistemi di bio-innovazione nella bioeconomia dell’Unione;
  • Sistemi circolari.

Agevolazioni

I contributi erogati dal bando 2022 “Accordi per l’innovazione” sono pari al 50% dei costi ammissibili di ricerca industriale e al 25% dei costi ammissibili di sviluppo sperimentale. Al posto dei contributi, è possibile richiedere un finanziamento agevolato concedibile nel limite del 20% del totale dei costi ammissibili di progetto.

Inoltre, esiste la possibilità che le regioni e le altre amministrazioni pubbliche cofinanzino l’Accordo per l’innovazione, mettendo a disposizione le risorse finanziarie sotto forma di contributi diretti alla spesa o di finanziamenti agevolati per una percentuale almeno pari al 5% dei costi e delle spese ammissibili complessivi.

Modalità e termini di presentazioni della domanda

Tutte le imprese interessate al bando, potranno inoltrare la loro richiesta a partire dalle ore 10.00 del giorno 11 maggio 2022. La procedura di compilazione della domanda di agevolazione e della ulteriore documentazione allegata è resa disponibile online a partire dal 19 aprile 2022.

Scopri qui ulteriori dettagli sul bando.

Bando 2

Incentivo economia circolare, il bando 2022 per le imprese che desiderano transitare verso l’economia circolare

Il seguente bando denominato “Incentivo economia circolare” si rivolge alle aziende italiane che hanno acquistato imballaggi e materiali provenienti dalla raccolta differenziata. Le domande vanno inoltrate entro il 22 aprile 2022.

A chi si rivolge

Il bando si rivolge alle imprese che, nell’arco del 2019 e del 2020, hanno acquistato:

  • prodotti finiti realizzati con materiali provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica;
    imballaggi primari e secondari biodegradabili e compostabili;
  • imballaggi primari e secondari derivati dalla raccolta differenziata della carta;
  • imballaggi primari e secondari derivanti dalla raccolta differenziata dell’alluminio.

Cosa finanzia

Il presente bando finanzia l’acquisto di prodotti di recupero da parte delle imprese che stanno transitando verso l’economia circolare, con l’obiettivo di essere più sostenibili.

Agevolazioni

Il bando mette a disposizioni delle imprese a cui è destinato un credito d’imposta del 36% per i costi sostenuti nel 2019 e nel 2020, per l’acquisto di prodotti di recupero, fino ad un massimo di 20.000 euro annuali per impresa.

Modalità e termini di presentazioni della domanda

Le aziende interessate a ricevere il contributo possono presentare domanda entro il 22 aprile 2022. La richiesta va inoltrata online, tramite la piattaforma digitale Invitalia. Ogni impresa dovrà essere in possesso dello SPID e delle documentazioni richieste per attestare le spese e l’anno di riferimento.

Scopri qui ulteriori dettagli sul bando.

Bando 3

Contratti di sviluppo, il bando 2022 per filiere produttive, rinnovabili e batterie

Il seguente bando denominato “Contratti di sviluppo” si rivolge alle aziende italiane o estere coinvolte in programmi di sviluppo. Le domande potranno essere presentate online a partire dalle ore 12.00 dell’11 aprile 2022.

A chi si rivolge

Il bando si rivolge a imprese italiane o estere, di qualsiasi dimensione, coinvolte in programmi di sviluppo. In particolare, i benefici si rivolgono a soggetti articolati in:

  • soggetto proponente, cioè l’impresa che promuove il programma di sviluppo;
  • imprese aderenti, ossia le eventuali altre imprese che realizzano progetti di investimento nell’ambito del programma di sviluppo.

I contributi verranno, inoltre, destinati a imprese che stiano sostenendo spese e costi:

  • non inferiori a 10 milioni di euro per quanto riguarda i programmi di sviluppo industriali e per la tutela ambientale;
  • non inferiori a 3 milioni di euro per quelli che riguardano esclusivamente attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  • non inferiore a 5 milioni di euro per i programmi di sviluppo delle attività turistiche.

Gli investimenti proposti dai soggetti aderenti, inoltre, devono presentare spese non inferiori a 1,5 milioni di euro.

Cosa finanzia

I contributi finanziano i programmi di sviluppo proposti e realizzati dalle imprese, in particolare quelli relativi allo sviluppo industriale, alla tutela ambientale, alla trasformazione e alla commercializzazione di prodotti agricoli e alle attività turistiche.

Agevolazioni

Le agevolazioni previste dal bando sono concesse sotto forma di:

  • finanziamento agevolato, nei limiti del 75% delle spese ammissibili;
  • contributo in conto interessi;
  • contributo in conto impianti;
  • contributo diretto alla spesa.

Bisogna specificare che l’ammontare e la forma dei contributi concedibili verranno definiti nell’ambito della fase di negoziazione.

Modalità e termini di presentazioni della domanda

Lo sportello destinato al contratto di sviluppo delle filiere produttive verrà aperto alle ore 12.00 dell’11 aprile 2022. Le domande di agevolazioni dovranno essere presentate a Invitalia. I modelli per la presentazione delle istanze sono messi a disposizione online.

Lo sportello destinato al contratto di sviluppo delle rinnovabili e delle batterie verrà aperto sempre alle ore 12.00 dell’11 aprile 2022 e avrà scadenza alle ore 17.00 dell’11 luglio 2022. Anche in questo caso, le domande di agevolazioni dovranno essere presentate a Invitalia. I modelli per la presentazione delle istanze sono messi a disposizione online.

Scopri qui ulteriori dettagli sul bando.

Articolo di Clarissa Cusimano

Ti è piaciuto l’articolo? Continua a seguire il nostro Osservatorio Economia Circolare per non perderti nessuna novità sulla circular economy, sulla sostenibilità e sulle storie di successo delle imprese italiane! Ci trovi anche su Facebook e su Linkedin, ti aspettiamo!

TAGS

LEAVE A COMMENT